• 21:35
  • 18.03.2019

Свежая новость:  Mona Lisa, undressed

Будь в курсе

Следи за последними новостями на нашем телеграм-канале:

t.me/everinform

Подписаться
Claudio Baglioni polemico sui migranti: "Siamo alla farsa". Salvini replica: "Canta che ti passa"
политика
18.03.2019

Claudio Baglioni polemico sui migranti: "Siamo alla farsa". Salvini replica: "Canta che ti passa"

узнать больше

Sarà l'armonia, «in un Paese fortemente disarmonico», la cifra distintiva del prossimo festival di Sanremo (5-9 febbraio). Parola del direttore - autoproclamatosi anche un pò dirottatore - artistico Claudio Baglioni, pronto al bis dopo il successo dell'anno scorso che fa sperare alla Rai di ottenere un +5% di introiti pubblicitari. Armonia, a partire già dal numero dell'edizione: la 69/a. Una sorta di logo che «richiama la simmetria del sincronismo, lo yin e lo yang. Armonia come risultato, come approdo, come percorso per avvicinare gli opposti».Spanish judge jails Catalonia's Speaker

E in questa direzione è andata anche la scelta dei suoi partner sul palco: fratello Sole, Claudio Bisio, e sorella Luna, Virginia Raffaele. Un'armonia che, però, non può prescindere da quello che succede fuori dal Teatro Ariston e che costa a Baglioni una querelle via social con Matteo Salvini che non gradisce le parole sulla vicenda migranti. «L'Italia è un Paese incattivito, dove consideriamo pericoloso il diverso da noi e guardiamo con sospetto anche la nostra stessa ombra - ha detto Baglioni - Le misure prese dall'attuale governo, come i precedenti, non sono all'altezza della situazione. Se la questione fosse stata presa in considerazione anni fa, non si sarebbe arrivati a questo punto», continua il cantautore, per 10 anni anima di ÒScià, la manifestazione che si teneva a Lampedusa per sensibilizzare sui temi della migrazione. Via Twitter arriva la risposta del ministro: «Canta che ti passa, lascia che di sicurezza, immigrazione e terrorismo si occupi chi ha il diritto e il dovere di farlo».

«Se non fosse drammatica la situazione di oggi, ci sarebbe da ridere - afferma Baglioni -: ci sono milioni di persone in movimento, non si può pensare di risolvere il problema evitando lo sbarco di 40-50 persone, siamo alla farsa». E a 30 anni dalla caduta del muro di Berlino, «i muri li stiamo ricostruendo, anzi non li abbiamo mai abbattuti». In questo contesto, però, the show must go on e al festival di Sanremo, promette il direttore artistico, «ci attaccheremo all'idea del divertimento, della leggerezza e del correrci incontro, come fanno tutti gli eserciti di buona volontà. I fanti sono altri, gli artisti possono essere almeno i trombettieri di qualche buona battaglia».

All Brexit forecasts were wrong: UK MP
1099157
узнать больше